Reumatismo delle parti molli della mano

Dreamstime S 11085424

Le malattie reumatiche colpiscono non solo ossa e articolazioni (artrosi, artrite, gotta, osteoporosi), ma anche le strutture molli della mano: muscoli, tendini, legamenti, borsa sierosa ecc. Queste malattie rientrano nel cosiddetto reumatismo delle parti molli. Spaziano dal pollice dello sciatore (rottura dei legamenti dovuta a un incidente sugli sci) agli accorciamenti dei tendini e alle patologie muscolari. Possono esserne interessati anche i nervi della mano. Di queste numerose malattie, ne abbiamo scelte tre.

Tenosinovite

Dolori lancinanti e pungenti all’articolazione delle mani possono essere provocati da una tenosinovite (tendovaginite), causata da un infortunio sportivo, da un’infezione batterica, un’artrite oppure da un eccessivo carico dell’articolazione della mano dovuto a posture scorrette davanti al computer o ad attività manuali monotone. Il trattamento conservativo prevede l’utilizzo di stecche, fasciature, pomate e farmaci antinfiammatori. In taluni casi può rendersi necessario un intervento chirurgico per separare la guaina tenosinoviale.

Gangli

I gangli sono cisti (rigonfiamenti) nelle capsule articolari o nella guaina tenosinoviale. Si presentano sia al carpo che nelle dita. La causa dei gangli è sconosciuta. Spesso non provocano dolori e spariscono spontaneamente. Si consiglia tuttavia una terapia, qualora siano doloranti.

Sindrome del tunnel carpale

In fase iniziale, il formicolio notturno di una mano può essere indicativo di una sindrome del tunnel carpale, seguito da perdita di sensibilità, intorpidimento e dolore. I dolori sono dovuti a un restringimento e a un danno da pressione del nervo mediano al carpo. La sindrome del tunnel carpale è una malattia della mano relativamente frequente e viene trattata per lo più con steccature, fasciature e iniezioni. Se questi metodi terapeutici conservativi non hanno successo, bisogna valutare se intervenire chirurgicamente.

Parole chiave