Dolori alla spalla

Dolori alla spalla

Meraviglia anatomica

La spalla è una struttura complessa formata da ossa, legamenti, tendini e muscoli. La struttura ossea della spalla è formata dalla clavicola, dall'acromion e dall'articolazione sferica tra scapola e testa dell’omero. A differenza dell’anca, la cavità articolare (glena) della scapola è relativamente piatta. Questo permette alla testa dell’articolazione dell’omero un’ampia libertà di movimento.

La forza delle parti molli

Le parti molli tengono unita la struttura della spalla conferendole stabilità. Insieme ai legamenti e alla capsula articolare, un gruppo di muscoli e tendini denominato cuffia dei rotatori garantisce la stabilità della testa dell’omero nella glena. La flessibilità di questa struttura consente di eseguire movimenti in tutte le direzioni, movimenti estensivi e rotatori o combinazioni di movimenti, come quando si afferra il collo. Nessun’altra articolazione del corpo umano è dotata di un raggio di movimento maggiore.

Mobilità estrema e vulnerabilità

Con una struttura così complessa, la spalla è più mobile ma allo stesso tempo più soggetta a lesioni rispetto ad altre articolazioni. Le parti molli sono sottoposte a forti sollecitazioni. La causa più frequente dei dolori alle spalle sono i problemi ai tendini che, insieme alle borsiti, costituiscono la gran parte dei disturbi delle spalle. Inoltre, non sono rare le lussazioni dovute a instabilità oppure le fratture delle strutture ossee della spalla.

Quando consultare il medico?

Bisogna rivolgersi al medico se i dolori alle spalle di lieve entità persistono per più di due settimane. Non bisogna esitare a contattare un medico se si hanno dolori di notte o a riposo. Contattare subito il medico in caso di forti dolori improvvisi!

Parole chiave