Donare ora

La Lega contro il reumatismo fa muovere la Svizzera

La causa più frequente di dolori e limitazioni in età avanzata è l’artrosi. Con la campagna «Più movimento. Meno artrosi», la lega svizzera contro il reumatismo incoraggia a fare più movimento. Infatti, il movimento è fondamentale per evitare e combattere i dolori articolari. Anche i testimonial di primo piano della Lega contro il reumatismo seguono lo slogan. Sabina Schneebeli, Bea Petri e Marco Rima si allacciano le scarpe da escursione pieni di entusiasmo.

Buono a sapersi

Visual Campagna 2018
Da sinistra a destra: Bea Petri, Marco Rima, Sabina Schneebeli

L'artrosi è una malattia articolare degenerativa che interessa il 25 percento degli ultra 65enni. I disturbi dell’artrosi sono dolore e infiammazioni a carico delle articolazioni che spesso comportano limitazioni nella vita quotidiana.  

I primi sintomi dell’artrosi sono dolori sordi o lancinanti che si presentano quando si muove o si carica l’articolazione colpita. L’artrosi si differenzia quindi dall’artrite (reumatismo infiammatorio) perché quest’ultima provoca forti dolori articolari anche a riposo. Molti pazienti con artrosi conoscono il dolore all’inizio del movimento dopo un periodo di riposo. Il dolore scompare poi dopo aver mosso l’articolazione per un po’.

La diagnosi precoce è fondamentale per arrestare la degenerazione delle articolazioni. In presenza di dolori all’inizio del movimento e importanti limitazioni, la Lega svizzera contro il reumatismo raccomanda di rivolgersi a un medico. La chirurgia è necessaria solo raramente, perché le terapie mirate permettono di ottenere ottimi risultati.  

Passo dopo passo

I pazienti possono contrastare attivamente i disturbi articolari, magari seguendo l’esempio dei testimonial di primo piano della Lega svizzera contro il reumatismo. Per sostenere la campagna «Più movimento. Meno artrosi», l’attrice Sabina Schneebeli, l’imprenditrice Bea Petri nonché l’attore e cabarettista Marco Rima indossano le scarpe da escursione perché le camminate, meglio su zone pianeggianti, sono un’ottima attività a basso impatto per mantenersi in forma. Bea Petri, che soffre di artrosi, sottolinea l’effetto benefico di fare movimento nella natura. Rispetto alle condizioni di vita nel Burkina Faso, dove si impegna a favore del centro di formazione «nas mode», si sente privilegiata di vivere qui: «Più passa il tempo e più sono felice di poter fare movimento nella natura.»

Fate movimento!

Sabina Schneebeli

Le articolazioni hanno bisogno di movimento. Bastano semplici attività quotidiane come lavori domestici, fare la spesa o fare una passeggiata per ottenere effetti benefici sulle articolazioni. Se vi è stata diagnosticata un’artrosi è molto indicato fare sport a basso impatto. Sono attività idonee le camminate, il ciclismo, gli esercizi di potenziamento mirati, il nuoto (soprattutto stile libero) o la ginnastica in acqua. La Lega contro il reumatismo offre in tutta la Svizzera corsi di movimento per tutti i gusti.   

È anche utile eliminare il peso in eccesso e seguire un’alimentazione equilibrata. Per combattere le infiammazioni concomitanti all’artrosi aiutano le fibre alimentari vegetali e gli acidi grassi omega-3 contenuti, per esempio, nel pesce di mare grasso, nelle noci o nell’olio di colza. Questi alimenti alleviano l’infiammazione in modo naturale.

“Camminare ha così tanti aspetti positivi: faccio movimento e mi rilasso, per poi tornare a concentrarmi sull'essenziale.“
Sabina Schneebeli, attrice

Maggiori informazioni: Monika Siber, Responsabile della comunicazione, tel. 044 487 40 00, m.siber@rheumaliga.ch