Donare ora

Riconoscere e trattare i dolori all’anca

Il 15 percento degli ultraquarantenni soffre di dolori allanca. Le cause più frequenti sono lusura della cartilagine e disturbi a carico di muscoli, tendini e legamenti. Dall11 al 15 settembre, la Lega svizzera contro il reumatismo organizza la settimana dazione nazionale Riconoscere e trattare i dolori allancaal fine di fornire informazioni sulla coxalgia e sui metodi di trattamento. I partecipanti avranno a disposizione relazioni pragmatiche, consulenze personali e consigli pratici sui dolori allanca.

Giornate pubbliche della salute in tutta la Svizzera

Questi eventi gratuiti ospiteranno esperti nel settore della reumatologia e chirurgia che spiegheranno gli aspetti medici alla base dei dolori all’anca e i relativi metodi di trattamento. I fisioterapisti illustreranno come mantenere le anche mobili e sane e mostreranno esercizi per rafforzare la muscolatura dell’anca. Durante le pause, i partecipanti potranno richiedere una consulenza personale. Le giornate della salute si terranno tra l’11 e il 15 settembre 2017 nelle seguenti città: Zurigo, Berna, Basilea, Neuchâtel, Bellinzona, Sion, Losanna, Friburgo, Lucerna, San Gallo, Weinfelden, Baar, Schinznach, Rheinfelden, Bad Zurzach e Glovelier.

Programmi delle giornate della salute sui dolori all’anca

Usura, impingement, sovraccarico

In caso di dolori all’anca si pensa per lo più all’artrosi, ovvero una riduzione degenerativa della cartilagine articolare. La coxartrosi è effettivamente una patologia frequente. Spesso l’usura artrosica dell’articolazione inizia già prima dei 50 anni. I primi sintomi sono rigidità al mattino e dolore all’inizio del movimento. I problemi non derivano però solo dall’usura. Quando la testa del femore e l’acetabolo non corrispondono perfettamente, può verificarsi un impingement femoro-acetabolare, ovvero un conflitto. In tre casi su quattro, i dolori all’anca non sono riconducibili all’articolazione ma alle parti molli (muscoli, tendini, legamenti); ne sono un esempio i problemi muscolari causati da posture scorrette.

Operazione sì o no?

Il numero di pazienti che scelgono la protesi in caso di coxartrosi è in costante crescita. Nel 2014 in Svizzera sono state impiantate 19‘000 protesi dell’anca, una cifra che porta la Svizzera al primo posto nel mondo. In presenza di forti limitazioni e dolori, se sono stati esauriti i trattamenti conservativi, può essere opportuno sottoporsi a un intervento: il tasso di successo di norma è alto e la maggior parte dei pazienti è soddisfatta del risultato. Il ricorso alla chirurgia va però ponderato attentamente perché, come qualsiasi intervento, anche questa operazione comporta rischi come infezioni e perdita di sangue. Anche la fase di riabilitazione non deve essere sottovalutata. Durante le giornate della salute, gli specialisti in chirurgia e reumatologia spiegheranno quando è utile sottoporsi a un intervento e quando è sconsigliato.

Informazioni in edizione compatto

Lanca Muove It 1090 Titolo Low

In sole 40 pagine, il nuovo opuscolo “L’anca muove” illustra l’anatomia dell’articolazione dell’anca, i disturbi più frequenti e i relativi metodi di trattamento. La lettura è facile e piacevole grazie ai caratteri grandi.

L’opuscolo “L’anca muove” (cod. prod. IT1090) è disponibile gratuitamente nello shop della Lega contro il reumatismo.

Maggiori informazioni

Eva Rösch, PR & Progetti                                Monika Siber, Responsabile comunicazione                               Tel. 044 487 40 66                                          Tel. 044 487 40 60
e.roesch@rheumaliga.ch                                 m.siber@rheumaliga.c