Multimedicazione: Quando i medicamenti interagiscono

Medicamenti

Molti anziani sono costretti ad assumere diversi medicamenti. In caso di assunzione di cinque o più medicamenti si parla di multimedicazione (o polifarmacoterapia). 

Il pericolo della multimedicazione sta nell'incertezza di come determinate sostanze reagiscano l'una con l'altra all'interno del corpo e come esse interagiscano dal punto di vista farmacodinamico e in parte farmacocinetico. L'interazione può ridurre l'efficacia di un medicamento, può rafforzarla o annullarla. Per lo più queste interazioni sono innocue. Tuttavia il rischio va cercato nella quantità di interazioni:

  • 5 medicamenti hanno 10 interazioni.
  • 6 medicamenti hanno 15 interazioni.
  • 7 medicamenti hanno 21 interazioni, ecc.

Medicamenti con interazioni critiche

Particolarmente critici a livello di interazione sono gli antiepilettici, gli psicofarmaci, gli immunosoppressori e gli anticoagulanti orali. Non va sottovalutato nemmeno il rischio di interazione in caso di assunzione di farmaci che bloccano gli acidi gastrici, di preparati vitaminici, antibiotici, antipertonici e antireumatici non steroidei (FANS). Anche i preparati vegetali e le sostanze acquistabili senza prescrizione medica interagiscono.

Effetto collaterale: rischio di caduta

Alcuni medicamenti costituiscono un fattore di rischio di caduta semplicemente per la loro azione. Possono per esempio provocare capogiri alle persone che si alzano di notte per andare in bagno. Tranquillanti o sonniferi assunti a tarda sera provocano stordimento o sonnolenza di mattina, poiché la loro azione non si è conclusa del tutto nel corso della notte, soprattutto nei casi di indebolimento ematico e renale dovuto all'età. I seguenti medicamenti aumentano notoriamente il rischio di caduta:

  • antidepressivi
  • benzodiazepine (sonniferi e tranquillanti)
  • betabloccanti
  • antipertensivi
  • diuretici (medicamenti contro la ritenzione idrica)
  • neurolettici (prescritti in caso di paura, inquietudine, disturbi psichici)

Temete le interazioni dei medicamenti?

Assumete più di cinque medicamenti? Avete il dubbio che determinati farmaci interagiscano in modo negativo? In tal caso parlatene con il vostro medico o farmacista. Loro sono tenuti a spiegarvi i rischi della multimedicazione.

Parole chiave